La 3° Fiera Mediterranea del Cavallo, ad Ambelia si riparte all’insegna della tradizione siciliana e della cultura equestre

In seguito al grande successo della prima e della seconda edizione, all’interno della splendida cornice cinquecentesca della Tenuta di Ambelia, nel cuore delle campagne catanesi, si terrà – organizzata dalla Regione Siciliana e con il supporto tecnico di Fieracavalli – uno degli appuntamenti equestri più attesi dagli amanti dell’equitazione e non solo. Tra tradizione siciliana e cultura equestre, la terza Fiera mediterranea del cavallo è rivolta a tutti gli appassionati, agli addetti ai lavori, ma anche alle famiglie e ai semplici curiosi. Un’ottima occasione non solo per scoprire tutto sul mondo del cavallo e sulle tradizioni siciliane, ma anche per visitare un luogo pieno di storia come la Tenuta di Ambelia, originariamente parte dei possedimenti dei signori di Militello. Oggi la struttura, gestita dall’Istituto di incremento ippico di Catania e recentemente ristrutturata, è adibita alla conservazione, al miglioramento e alla diffusione delle razze equine siciliane, in particolare è rivolta al mantenimento delle razze Purosangue orientale, dell’asino Ragusano e Pantesco.
L’evento ha inizio la mattina di venerdì 2 luglio con l’Inaugurazione ufficiale e prosegue con numerosi appuntamenti – che danno risalto all’attività sportiva dell’equitazione, alla tradizione culturale equestre siciliana e all’allevamento – nelle diverse aree in cui sono stati divisi i 50 ettari della tenuta. All’interno dei ring verranno ospitate tutte le diverse discipline dell’equitazione: dal salto ostacoli, agli attacchi, al dressage, dai pony games, alle discipline americane. Si potranno ammirare anche sorprendenti animazioni, spettacoli equestri, concorsi e sarà possibile esplorare la tradizione allevatoriale siciliana con la vetrina del cavallo siciliano da sella, a cura di Aracsi, l’incontro “Sicilia antica – La tradizione del mulo e le sue bardature” e alla presentazione del Purosangue orientale, del cavallo Sanfratellano dell’asino di Pantelleria e asino Ragusano.

Leave Comment